201911.14
Off
0

PENALE NEWS – La responsabilità del datore di lavoro per colpa d’organizzazione richiede prova rigorosa

La responsabilità del datore di lavoro per colpa d’organizzazione richiede prova rigorosa

Affinché possa stabilirsi la penale responsabilità del datore di lavoro per la morte di un operaio non è sufficiente affermare apoditticamente che le regole imposte dal documento di valutazione dei rischi non siano sufficienti a garantire la protezione dal rischio, occorrendo invece una congrua motivazione sul perché dovrebbero essere pretese cautele differenti dallo standard previsto per legge (Cass. pen. sez. III, sentenza 24 ottobre 2019, n. 43532).

Per la Suprema Corte la Corte territoriale non avrebbe spiegato in modo scientifico e razionale per quali motivi sarebbe stato necessario effettuare controlli più ravvicinati, ulteriori rispetto a quelli previsti dalla legge, e se fosse coerente con le prassi standardizzate delle società operanti nel medesimo settore, nonché esigibile, pretendere la presenza costante di meccanici per le verifiche di efficienza di tutti i mezzi in uso.

Inoltre, il fatto che l’autista non sia un meccanico non significherebbe necessariamente che l’autista non abbia le competenze per sospettare l’esistenza di un problema e per gestirlo anche con l’ausilio di altri professionisti.