201909.02
Off
0

NEWS DIRITTO BANCARIO – Trib di Sassari – sent. n.1037 del 05/08/2019 – anatocismo – onere della prova – deposito e/c continuativi

Con la sentenza n. 1037/2019 pubblicata il 5.8.2019, il Tribunale Civile di Sassari, ha integralmente rigettato le domande della controparte condannandola al pagamento delle spese di lite e degli oneri accessori.

La sentenza è interessante perché ribadisce il principio secondo cui spetta a chi propone in giudizio una domanda, provarne i fatti che ne costituiscono il fondamento. Pertanto, al fine di comprovare la nullità o parziale nullità delle clausole contrattuali, parte attrice era onerata del deposito del contratto di conto corrente, unico documento da cui desumere la nullità di dette clausole.

Secondo il giudice, inoltre, la mancanza del deposito del contratto di conto corrente non può essere sopperita “né dal deposito del contratto di apertura di credito (che è contratto differente rispetto al contratto di conto corrente) né dal deposito degli estratti conto , documenti che nulla provano in ordine alla pattuizione di clausole nulle”.

Il giudice, infine, ha ribadito il principio che il correntista che agisce per la ripetizione dell’indebito deve produrre TUTTI gli estratti conto che documentano l’andamento del rapporto e le singole rimesse ripetibili.