200808.25
Off
0

Mamma deve risarcire il figlio: non gli ha permesso di stare col padre

Per il 709 ter del cpc, se il coniuge nega all’altro di stare col minore, deve risarcirli entrambi

La madre non permette all’ex marito di tenere con sè il figlio minorenne? Deve pagare sia l’ex coniuge che il ragazzo, nonchè una somma a favore dello Stato.
Per la prima volta la Corte di Appello di Firenze, dietro istanza degli avvocati Iacopo Tozzi e Marco Antonio Vallini dello studio legale Cnttv, ha condannato la mamma a pagare 650 euro al figlio (da depositare con libretto vincolato a favore del ragazzo) e 350 euro di euro all’ex marito e l’ha ammonita al rispetto del provvedimento che statuiva i rapporti genitori/figlio. La donna è colpevole, secondo il giudice, perchè ha impedito al ragazzo e al padre di trascorrere dei giorni assieme come stabilito dalla sentenza di divorzio.
Il provvedimento della Corte di Appello è chiaro: la condotta della donna costituisce violazione delle statuizioni espresse dal Tribunale e questo arreca implicitamente danno alla corretta crescita della personalità del minore, ledendo altresì il diritto del padre al rapporto con il figlio.
L’art. 709 ter c.p.c. spiegano Tozzi e Vallini – si applica sia quando uno dei due genitori impedisce all’altro di stare con il figlio, sia lì dove il genitore non convivente con il ragazzo non lo frequenta quantomeno per i tempi e modalità stabilite dal Giudice. In altre parole, ogni volta che non viene rispettato dai genitori il provvedimento del Giudice, può intervenire il 709 ter c.p.c..

Leggi intero articolo

Allegati