La mancata iscrizione del credito nei confronti della banca in bilancio assurge a indice della volontà di rinunciare a detto credito – Perdita della legittimazione processuale attiva e passiva – Tribunale di Firenze Sentenza n. 631/2019 pubbl. il 26/02/2019 RG n. 444/2012
201902.26
Off
0

La mancata iscrizione del credito nei confronti della banca in bilancio assurge a indice della volontà di rinunciare a detto credito – Perdita della legittimazione processuale attiva e passiva – Tribunale di Firenze Sentenza n. 631/2019 pubbl. il 26/02/2019 RG n. 444/2012

Lo Studio Legale CNTTV (Avv. Alessandro Tarducci) ottiene un’interessante decisione da parte del Tribunale di Firenze che, con la sentenza citata (Sentenza n. 631/2019 pubbl. il 26/02/2019 RG n. 444/2012), ha deciso per “l’estinzione della causa pendente avanti al Tribunale di Firenze, in quanto allo stato non può pronunciarsi alcuna sentenza nel merito per effetto…

Il sottotetto si presume di proprietà condominiale (Cass. civ. Sez. II, Ord., (ud. 23-11-2018) 05-02-2019, n. 3310)
201902.14
Off
0

Il sottotetto si presume di proprietà condominiale (Cass. civ. Sez. II, Ord., (ud. 23-11-2018) 05-02-2019, n. 3310)

In tema di condominio negli edifici, per tutelare la proprietà di un bene appartenente a quelli indicati dall’art. 1117 c.c. non è necessario che il condominio dimostri con il rigore richiesto per la rivendicazione la comproprietà del medesimo, essendo sufficiente, per presumerne la natura condominiale, che esso abbia l’attitudine funzionale al servizio o al godimento…

GOOGLE non è responsabile dei commenti degli utenti (Tribunale di Milano, ord. n.36957/2018)
201901.18
Off
0

GOOGLE non è responsabile dei commenti degli utenti (Tribunale di Milano, ord. n.36957/2018)

NEWS – RESPONSABILITA’ DEI GESTORI DEI SITI PER LE INFORMAZIONI INSERITE DAGLI UTENTI – Il Tribunale di Milano, con l’ordinanza 36957/2018, in sede cautelare, ha  respinto il ricorso presentato da un’agenzia pubblicitaria che pretendeva la rimozione di alcuni commenti ospitati su un forum di Google in cui veniva accusata di condotte scorrette nei confronti degli…

L’Ente pubblico non risponde della buca presente sulla strada (Sentenza Tribunale di Firenze – n.656/2018)
201803.06
Off
0

L’Ente pubblico non risponde della buca presente sulla strada (Sentenza Tribunale di Firenze – n.656/2018)

Con la Sentenza n. 656/2018 pubbl. il 06/03/2018 il Tribunale di Firenze ha rigettato la domanda e condannato a rifondere le spese legali un pedone che aveva citato in giudizio il Comune di Firenze asserendo che la buca nella quale era inciampato consisteva in un insidioso dislivello della pavimentazione della piazza fatto in pavè, causato…

Diritto Bancario – Assegno falsificato – Responsabilità della Banca si può individuare solo nei casi in cui una tale alterazione sia rilevabile ictu oculi, sulla base di conoscenze dei bancario medio – Corte d’Appello di Firenze sent. 135/2018 del 17.1.2018
201801.31
Off
0

Diritto Bancario – Assegno falsificato – Responsabilità della Banca si può individuare solo nei casi in cui una tale alterazione sia rilevabile ictu oculi, sulla base di conoscenze dei bancario medio – Corte d’Appello di Firenze sent. 135/2018 del 17.1.2018

La Corte d’Appello di Firenze (con la recente sentenza n.135/2018 del 17.1.2018) conferma la decisione emessa dal Giudice di prime cure relativamente alla mancata responsabilità in capo all’Istituto bancario per il «pagamento di un assegno falsificato» in quanto una responsabilità della Banca si può individuare “solo nei casi in cui una tale alterazione sia rilevabile ictu oculi, sulla base di conoscenze dei bancario medio, il…

201712.14
Off
0

La P.A. costretta a risarcire a seguito delloccupazione abusiva di un immobile privato (Tribunale di Roma 14 novembre 2017, n.21347)

Il Tribunale di Roma (sentenza 14 novembre 2017, n. 21347) ha deciso di condannare il Comune relativamente a un caso di responsabilità della pubblica amministrazione alla quale viene contestata la violazione dell’obbligo giuridico di impedire l’altrui atto illecito consistente, nel caso di specie, nell’occupazione dell’immobile e soprattutto nel non tempestivo intervento per porre fine allo…

Il Comune non risponde dei danni conseguiti alla caduta nel cimitero (Corte di Appello di Lecce, sez. II, sentenza 12 ottobre 2017 n.1051)
201711.09
Off
0

Il Comune non risponde dei danni conseguiti alla caduta nel cimitero (Corte di Appello di Lecce, sez. II, sentenza 12 ottobre 2017 n.1051)

Il Comune non può essere ritenuto responsabile dei danni occorsi ad una cittadina, recatasi al cimitero per cambiare i fiori sulla tomba dei propri defunti ed inciampata su una tubatura dell’impianto di irrigazione presente nel terreno. La responsabilità oggettiva prevista ai sensi dell’art. 2051 del Codice Civile, invocabile anche nei confronti della Pubblica Amministrazione per…

Usura sopravvenuta: importante sentenza delle Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione (Sent. n.24675/2017)
201710.26
Off
0

Usura sopravvenuta: importante sentenza delle Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione (Sent. n.24675/2017)

Le Sezioni Unite negano l’usurarietà sopravvenuta Con la sentenza n. 24675 del 2017, le Sezioni Unite hanno risolto l’importante contrasto sulla questione relativa all’incidenza del sistema normativo antiusura, introdotto dalla legge 7 marzo 1996, n. 108 sui contratti stipulati anteriormente alla sua entrata in vigore, anche alla luce della norma di interpretazione autentica di cui…

RUMORE FONTE DI STRESS – RISARCIMENTO DANNI (Corte Corte di Cassazione n. 16408 del 4 luglio 2017)
201708.01
Off
0

RUMORE FONTE DI STRESS – RISARCIMENTO DANNI (Corte Corte di Cassazione n. 16408 del 4 luglio 2017)

La Corte Corte di Cassazione, con sentenza n. 16408 del 4 luglio 2017, ha confermato la condanna del gestore di un bar al risarcimento dei danni patiti da una coppia di coniugi che lamentava di subire quotidianamente immissioni sonore provenienti da un bar sottostante il proprio appartamento, eccedenti il normale limite di tollerabilità. La Cassazione…

Concordato preventivo e continuità aziendale – Il solo affitto di azienda non può indicare la prosecuzione dell’attività e l’assunzione del rischio (Appello di Firenze, 05 Aprile 2017)
201704.11
Off
0

Concordato preventivo e continuità aziendale – Il solo affitto di azienda non può indicare la prosecuzione dell’attività e l’assunzione del rischio (Appello di Firenze, 05 Aprile 2017)

La Corte d’Appello di Firenze (est. Paparo) ha fornito un’illustrazione specifica di che cosa si debba intendere per “continuità aziendale” a seguito dell’intervenuto affitto d’azienda. In particolare, un concordato preventivo non può qualificarsi “in continuità aziendale” ai sensi dell’art. 186-bis legge fall. per il fatto che sia in corso un contratto di affitto di azienda;…