Diritto Bancario – Responsabilità oggettiva della banca negoziatrice di assegno non trasferibile e contemporanea configurabilità del concorso di colpa del soggetto traente (Cassazione Civile, Sez. I, 2 dicembre 2016, n. 24659)
201705.29
Off
0

Diritto Bancario – Responsabilità oggettiva della banca negoziatrice di assegno non trasferibile e contemporanea configurabilità del concorso di colpa del soggetto traente (Cassazione Civile, Sez. I, 2 dicembre 2016, n. 24659)

La Suprema Corte di Cassazione, pur riconoscendo una responsabilità oggettiva della banca negoziatrice per il pagamento di assegno non trasferibile a persona diversa dal beneficiario – ex art. 43, secondo comma, della Legge assegni -, ha confermato la configurabilità del concorso di colpa del soggetto traente a causa di una condotta sorretta da colpa generica,…

L’impignorabilità dei singoli accrediti in conto corrente in mancanza di saldo positivo del conto (Trib. Palermo, ord. 19 marzo 2017
201705.03
Off
0

L’impignorabilità dei singoli accrediti in conto corrente in mancanza di saldo positivo del conto (Trib. Palermo, ord. 19 marzo 2017

Con il contratto di conto corrente bancario ci troviamo di fronte ad un rapporto giuridico unitario, che non può essere scisso dal terzo creditore per godere delle sole poste attive. Di conseguenza, in assenza di un saldo attivo di conto corrente, il Giudice dell’esecuzione non può disporre ordinanza di assegnazione di singoli accrediti anche se pervenuti dopo la notifica del…

Crisi da sovraindebitamento secondo la Legge n.3/2012
201704.07
Off
0

Crisi da sovraindebitamento secondo la Legge n.3/2012

L’indebitamento consiste nella contrazione di debiti entro limiti di facile gestione attraverso le proprie ordinarie risorse. Il sovraindebitamento è la situazione di squilibrio che si viene a creare a capo di un soggetto tra le risorse disponibili e gli impegni economici, quando le prime non bastano a far fronte ai debiti. Questo fenomeno ha colpito…

DIRITTO BANCARIO – Verifica della soglia usura in base alle ultime sentenze della Suprema Corte
201703.30
Off
0

DIRITTO BANCARIO – Verifica della soglia usura in base alle ultime sentenze della Suprema Corte

Relativamente alla verifica del TEG (Tasso Effettivo Globale) sono intervenute decisioni della Suprema Corte che hanno determinato il modo di verificare la rispondenza dei tassi applicati trimestralmente ai rapporti oggetto di causa rispetto ai limiti fissati dai Decreti Ministeriali di pari periodo utilizzando la formula Banca d’Italia ma utilizzando dati omogenei (Corte di Cassazione sentenza n….

DAL 9 GENNAIO 2017 NASCE L’ARBITRO PER LE CONTROVERSIE FINANZIARIE – Tutte le novità
201701.13
Off
0

DAL 9 GENNAIO 2017 NASCE L’ARBITRO PER LE CONTROVERSIE FINANZIARIE – Tutte le novità

Dal 9 gennaio 2017 è operativo l’Arbitro per le controversie finanziarie (ACF) previsto dal decreto legislativo n. 130 del 2015 in attuazione della direttiva comunitaria 2013/11/UE. Il nuovo organismo è un sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie attivo presso la Consob, che ne ha definito la regolamentazione e ne supporta l’operatività attraverso un proprio Ufficio (Ufficio…

Diritto Bancario – La Cassazione ribadisce che fino all’1.1.2010 nel calcolo della soglia usura non si computa la CMS
201701.09
Off
0

Diritto Bancario – La Cassazione ribadisce che fino all’1.1.2010 nel calcolo della soglia usura non si computa la CMS

Con la sentenza n. 12965 pubblicata il 22 giugno 2016, la  Prima Sezione Civile della Cassazione aveva aderito all’orientamento, già predominante nella giurisprudenza di merito, secondo cui fino all’1.1.2010 nei contratti bancari,  per la verifica del rispetto del tasso soglia – usura, nel calcolo del TEG non va considerata la CMS. In sostanza, l’applicazione del nuovo…

Il mancato esperimento della mediazione disposta dal Giudice determina, senza possibilità di sanatoria, l’improcedibilità della domanda (Tribunale di Locri n.1110/2016)
201612.22
Off
0

Il mancato esperimento della mediazione disposta dal Giudice determina, senza possibilità di sanatoria, l’improcedibilità della domanda (Tribunale di Locri n.1110/2016)

Il Tribunale di Locri, a seguito dell’eccezione formulata circa il mancato esperimento del procedimento di mediazione, con ordinanza assegnava alle parti il termine di quindici giorni per la presentazione della mediazione ex art. 5 del Dlgs 28/2010 con rinvio per la verifica dell’esito. A detta udienza non risultava espletata l’attività di mediazione; né alcuna delle…

Usura: antecedentemente al 1 gennaio 2010 la CMS non va considerata nel calcolo del TEG (Cassazione Civile, Sez. I, 03 novembre 2016, n. 22270)
201611.21
Off
0

Usura: antecedentemente al 1 gennaio 2010 la CMS non va considerata nel calcolo del TEG (Cassazione Civile, Sez. I, 03 novembre 2016, n. 22270)

In tema di contratti bancari, la disposizione dettata dall’art. 2-bis, comma secondo, del decreto-legge n. 185 del 2008, che attribuisce rilevanza, ai fini dell’applicazione dell’art. 1815 cod. civ., dell’art. 644 cod. pen. e degli artt. 2 e 3 della legge n. 108 del 1996, agl’interessi, alle commissioni e alle provvigioni derivanti dalle clausole, comunque denominate,…

Diritto bancario – L’art.1815 c.c. è applicabile a tutti i contratti che prevedono la messa a disposizione di denaro (Cass. Civ. n.12965/2016)
201610.27
Off
0

Diritto bancario – L’art.1815 c.c. è applicabile a tutti i contratti che prevedono la messa a disposizione di denaro (Cass. Civ. n.12965/2016)

L’art. 1815 c.c. dispone che il mutuatario deve corrispondere gli interessi al mutuante, salvo diversa volontà delle parti, e che, se sono pattuiti interessi usurari, la clausola è nulla e non sono dovuti interessi. La Cassazione, con la sentenza n. 12965 del 22 giugno 2016 ha affermato che l’art. 1815 c.c., comma 2, come novellato…

Diritto Bancario – Mutuo con capitalizzazione alla francesce (Tribunale di Firenze Sentenza n. 3503/2016 pubbl. il 20/10/2016)
201610.24
Off
0

Diritto Bancario – Mutuo con capitalizzazione alla francesce (Tribunale di Firenze Sentenza n. 3503/2016 pubbl. il 20/10/2016)

Il Giudice ha ritenuto che – con riferimento all’eventuale capitalizzazione insita nel c.d. piano di ammortamento alla francese – il CTU, chiamato a chiarimenti, ha precisato che gli interessi sono stati calcolati solo sul capitale e non, a loro volta, sugli interessi. Di conseguenza, se così è, non vi è stata alcuna violazione del disposto…